Comune di Ticengo

Piazza Caduti di tutte le guerre, 1 - 26020 Ticengo (CR)
Tel. 0374/71118 - Fax 0374/71128
E-mail: segreteria@comune.ticengo.cr.it
Pec: segreteria.comune.ticengo@pec.regione.lombardia.it


Comune di Ticengo

Mi trovo qui: Home > Tuttocittà > Notiziario > Prevenzione vaccinale e frequenza scolastica: informativa per i genitori

Prevenzione vaccinale e frequenza scolastica: informativa per i genitori

Una vaccinazione

La circolare MIUR prot. n. 1622 del 16 agosto 2017, con l'obiettivo di innalzare i livelli di copertura vaccinale, ormai troppo bassi per molte vaccinazioni, ha innalzato a 10 i vaccini obbligatori e ha introdotto delle novità importanti che riguardano l'iscrizione e la frequenza presso le scuola statali e private (v. anche specifica pagina nel sito della Regione Lombardia). Le vaccinazioni obbligatorie sono:

  • anti-poliomelitica;
  • anti-difterica;
  • anti-tetanica;
  • anti-epatite B:
  • anti-pertosse;
  • anti Haernophilusildluenzae tipo B;
  • anti-morbillo;
  • anti-rosolia:
  • anti-parotite;
  • anti-varicella (per i nati a partire dal 2017)
  • Rimangono fuori dall'obbligo, ma eseguibili volontariamente, altre vaccinazioni, offerte in modo attivo e gratuito dai servizi vaccinali e cioè: anti-pneumococcica; anti-meningococcica C (in forma monovalente, o tetravalente ACWY); anti-meningococcica B; anti-rotavirus; anti-HPV.
  1. Quali sono gli aspetti pratici che le famiglie dovranno affrontare?
    1. Relativamente all'anno scolastico 2017 2018 i genitori dovranno:
      • entro il 10 settembre 2017 per gli alunni iscritti alla scuola dell'infanzia ed entro il 31 ottobre 2017 per tutti gli altri ordini di scuola, presentare al dirigente scolastico almeno la dichiarazione sostitutiva relativa all'adempimento degli obblighi vaccinali (allegato 1 qui sotto) o i documenti atti a comprovare tale adempimento (copia del libretto di vaccinazioni vidimato dalla azienda sanitaria locale o il certificato vaccinale o un'attestazione delle vaccinazioni effettuate, rilasciati dall'azienda sanitaria locale);
      • entro il 10 marzo 2018, chi avesse presentato la dichiarazione sostitutiva, deve consegnare alla scuola i documenti sanitari di cui sopra. La scuola segnalerà all'ASL competente, entro 10 giorni dai termini indicati, la mancata consegna della documentazione.
      • In caso di esonero, omissione o differimento delle vaccinazioni, potranno essere presentati uno o più dei seguenti documenti, rilasciati dalle autorità sanitarie competenti:
        1. attestazione del differimento o dell'omissione delle vaccinazioni per motivi di salute redatta dal medico di medicina generale o dal pediatra di libera scelta del Servizio Sanitario Nazionale;
        2. attestazione di avvenuta immunizzazione a seguito di malattia naturale rilasciata dal medico di medicina generale o dal pediatra di libera scelta del SSN o copia della notifica di malattia infettiva rilasciata dalla azienda sanitaria locale competente ovvero verificata con analisi sierologica.
    2. Per l'anno scolastico 2018-2019, la documentazione dovrà essere prodotta all'atto dell'iscrizione del minore; in occasione dell'emanazione della relativa circolare, verranno fornite specifiche indicazioni operative, anche riguardo alla possibilità di rendere la dichiarazione sostitutiva contestualmente all'iscrizione on line per gli alunni della scuola primaria e secondaria. In caso di presentazione della dichiarazione sostitutiva il termine per la consegna della documentazione comprovante l'adempimento degli obblighi vaccinali è fissato al 10 luglio 2018.
    3. A decorrere dall'anno scolastico 2019-2020, per le istituzioni scolastiche la procedura di acquisizione della documentazione vaccinale sarà semplificata attraverso l'invio degli elenchi degli iscritti a scuola alla ASL territorialmente competente.
  2. Che cosa succede se un genitore non vaccina il proprio figlio?
    1. A partire dall'anno scolastico 2017-2018:
      • Per bambini e ragazzi da 0 a 16 anni, la mancata esecuzione delle vaccinazioni obbligatorie comporta il pagamento di una multa da 100 a 500 euro. Tra 0 e 6 anni, inoltre, c'è il divieto di iscrizione in asili nido e scuole, il che significa che la scuola può annullare l'iscrizione effettuata a gennaio.
      • Per i bambini della stessa età, che hanno già frequentato almeno un anno, la mancata esecuzione delle vaccinazioni obbligatorie comporta il pagamento di una multa da 100 a 500 euro ma, limitatamente all'anno 2017/2018 e 2018/2019, i bambini potranno continuare a frequentare la scuola dell'infanzia.
      • Per bambini e ragazzi che frequentano la scuola dell'obbligo (primarie, secondarie e primi due anni delle superiori) non è invece previsto il divieto di accesso a scuola
    2. A partire dall'anno scolastico 2019-2020:
      • La mancata presentazione della documentazione farà decadere l'iscrizione alla scuola dell'infanzia anche per gli alunni che già abbiano frequentato negli anni precedenti.
  3. Cosa devono fare adesso le famiglie?
    1. Scuola dell'infanzia: nel modulo di iscrizione alla scuola dell'infanzia in uso presso l'Istituto Comprensivo di Offanengo è prevista la dichiarazione relativa all'adempimento degli obblighi vaccinali. Pertanto, i genitori di tutti gli alunni neo iscritti e di tutti quelli già frequentanti le scuole dell'Istituto Comprensivo di Offanengo, che in fase di iscrizione hanno dichiarato di avere assolto a tale obbligo, sono esonerati dalla consegna della dichiarazione sostitutiva (non devono compilare l'allegato 1), sono tenuti esclusivamente a far pervenire la documentazione sanitaria entro il 10 marzo 2018.
    2. Scuola primaria e Scuola secondaria si veda quanto espresso al punto 1.1.

Allegati

Indietro

Contatti

Comune di Ticengo


  • Piazza Caduti di Tutte le Guerre, 1 
  • Cap: 26020
  • Tel. 0374/71118          
  • Fax: 0374-71128
  • Posta elettronica
  • PEC
  • Partita Iva: 00299150193


Fatturazione elettronica

  • Codice Univoco Ufficio: UFOA24
  • Nome dell'Ufficio: Uff_eFatturaPA
  • Codice IPA: c_l164p

La newsletter